Categorie
Cultura filosofia

La ricerca della felicità

Un consiglio dal padre dell’epicureismo Sii felice!” Quante volte sentiamo ripetere queste parole, come fosse un imperativo categorico, una condizione obbligatoria che scandisce la nostra esistenza? Ebbene, oggi voglio proporvi una riflessione scaturita dalla lettura dell’opuscoletto “lettera sulla felicità” di Epicuro, dedicato a Meneceo. L’incipit è significativo:“Caro Meneceo, sappi che la conoscenza della felicità non […]

Categorie
Musica

Everywhere at the End of Time

La morte della memoria Cos’è la memoria? L’uomo si è sempre interrogato al riguardo, ma solo dagli inizi del ‘900 si è dato un’effettiva risposta, da quando la psicologia cognitiva e gli studi del filosofo (e psicologo) Herman Ebbinghaus hanno potuto analizzare il fenomeno sotto la lente delle scienze cliniche. Ad oggi, la memoria è […]

Categorie
Società e Attualità

CANCEL CULTURE: QUANDO LA “TRAPPOLA” DEL MORALISMO UCCIDE LA STORIA

LA STORIA COME MEMORIA E VIA PRIVILEGIATA PER RICONOSCERE E CONDIVIDERE La cancel culture, o cultura della cancellazione, è uno tra i fenomeni più ricorrenti e pericolosi di questi ultimi anni. Si definisce “cultura della cancellazione” una forma moderna di “ostracismo” che vuole eclissare chiunque dica o faccia qualcosa di politicamente scorretto, secondo i canoni […]

Categorie
Società e Attualità

Combattere la mafia con la cultura: intervista alla fondazione Caponnetto

La Fondazione Antonino Caponnetto è una fondazione di studi sulla mafia. Fu fondata nel giugno del 2003 a Firenze a sei mesi dalla morte del giudice Antonino Caponnetto su idea della vedova Elisabetta, di Salvatore Calleri e di alcuni amici.VociUni, per commemorare la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, ne intervista il Presidente, Salvatore […]

Categorie
Cultura

Lockdown da Tiffany

Sono passati esattamente sessant’anni da quando il capolavoro di Blake Edwards venne proiettato nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, e ancora non smette di sorprendere ogni generazione. Il motivo non sta sicuramente nella trama, che non è né sorprendente, né stimolante, anzi è piatta, monotona, ordinaria; non è sorprendente nemmeno la scenografia; i personaggi […]