Categorie
Ateneo Società e Attualità

Crollo delle immatricolazioni: a rischio il futuro di molti Atenei

Il futuro di molte Università sul nostro territorio nazionale è quanto mai incerto.

Recentemente il Sole 24 Ore ha riportato uno studio dell’Osservatorio Talents Venture che vede un crollo preoccupante delle immatricolazioni: si parla di un 5,2%, nei casi più fortunati, e di picchi del 30% in alcune aree del Paese.

Una parte delle cause di questo fenomeno è sì legata alla pandemia e a tutto ciò che ha determinato, come ad esempio la DAD, ma non solo. Si parla soprattutto di lacune strutturali delle Università e delle difficoltà degli studenti nel fronteggiare le tasse, che in molti Atenei sono in aumento. Infatti, sebbene sia stata data la possibilità di estendere la no tax area fino a 30 mila euro, le imposte versate dagli universitari italiani sono tra le più alte in Europa. Inoltre, a beneficiare delle borse di studio è solo il 14%, a fronte di numeri europei molto più alti, e solo il 3% usufruisce di posti letto.

Si aggiunga ai problemi sopraccitati un importante aspetto come il gap Nord – Sud: secondo dati Istat, tra i 20-34enni laureati di Campania e Sicilia meno del 45% ha un lavoro a 1-3 anni dal titolo universitario, mentre in Lombardia 8 laureati su 10 trovano subito un impiego.

Investire sulla formazione e sulla creazione di un tessuto produttivo sul territorio è fondamentale anche per fronteggiare il problema forse più grave che ci troviamo già davanti: il calo demografico, che sempre secondo dati Istat vedrà la popolazione italiana diminuire del 12% entro il 2070. Questo comporterebbe un decremento di giovani che si iscrivono all’Università e, di conseguenza, la chiusura di molti Atenei, specialmente al Sud Italia.

Alcune delle possibili soluzioni individuate riguardano l’aggregazione di studenti stranieri, il potenziamento di corsi post laurea di professionalizzazione, vari interventi mirati a colmare i pesanti ritardi del sistema universitario italiano e dunque un impiego più efficace dei finanziamenti ordinari ministeriali.

Maria Teresa Beritelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...