Categorie
Società e Attualità

Martina Novello: un’operatrice al servizio dei migranti

Come ben si sa, l’Italia è uno tra i Paesi che ha lasciato aperte le sue porte al fenomeno dell’immigrazione, non gestito però nel migliore dei modi.
Ancora oggi, purtroppo, di fronte all’immigrazione molto spesso ci si dimentica del fatto che si tratta di esseri umani, di persone come noi in cerca di un rifugio, che non sono meno importanti di altre.
A controbattere l’indifferenza e la paura dell’ignoto vi sono, per fortuna, delle figure professionali che svolgono un lavoro tutt’altro che semplice. L’accoglienza del migrante da parte del Paese ospitante potrebbe sembrare qualcosa di semplice, ma in verità è composta da tanti pezzi che insieme danno vita ad un ingranaggio abbastanza complicato. I professionisti del campo vanno dall’assistente sociale, il counselor, lo psicologo all’ operatore legale, il mediatore culturale, l’operatore dell’accoglienza, l’educatore professionale, fino all’insegnante di italiano L2. Un’altra figura essenziale per l’accoglienza, ma soprattutto per l’integrazione del migrante nella società di arrivo, è l’orientatore al lavoro. Si occupa di captare le sue conoscenze e competenze e di orientarlo, appunto, nel mondo del lavoro. Di questo, però, ne parlerà Martina Novello, giovane siciliana che da anni lavora al servizio dei migranti. Di seguito la nostra chiacchierata.

  • Ciao. Presentati!

Ciao! Sono Martina Novello, sono siciliana e abito a Mineo, un piccolo paesino della provincia di Catania. Attualmente lavoro in una cooperativa che si occupa di accoglienza di migranti. Lavoro come “orientatore al lavoro” e in ufficio progetti. Sono a stretto contatto con i beneficiari maggiorenni ospiti delle strutture (uomini e donne) e il mio lavoro consiste nell’analizzare insieme agli ospiti il loro percorso di studi e di lavoro nel Paese d’origine, per poi poterlo utilizzare come punto di forza in Italia. Collaboro anche in ufficio progettazione, da cui escono tutte le idee e i progetti che vengono poi realizzati nei centri.

In cooperativa e nelle strutture, siamo tante figure diverse che collaborano insieme con l’unico obiettivo di dare ai beneficiari la possibilità di integrarsi in Italia. I mediatori sono fondamentali per me, perché mi aiutano durante i colloqui affinché io possa comunicare facilmente con gli ospiti.

Negli ultimi anni ho viaggiato a lavorato in diversi Paesi del mondo e precisamente in Italia, Malawi, Uganda e Cipro. Ho ricoperto diversi ruoli e lavorato con diverse categorie di persone. Adesso sono tornata in Italia e sono contenta di poter utilizzare le conoscenze apprese all’estero, per migliorare il luogo in cui sono nata.

  • C’è stato qualcuno che ti ha spinto a iniziare quest’avventura?

No, nessuno. Ho sempre preso le mie decisioni da sola. Ovviamente chiedo consiglio, ma la scelta finale spetta sempre a me. Lo stile di vita che seguo necessita coraggio e si riesce ad affrontare tutto solamente se si è spinti da una forte motivazione. Non sempre la mia famiglia o le altre persone che mi circondano sono contenti delle scelte che faccio, ma io scelgo sempre con consapevolezza solo quello che mi fa stare bene. Non è sempre semplice cambiare casa e partire, ricominciare tutto nuovamente, eppure mi trovo molto bene nel farlo, perché è quello che voglio fare.

  • Quando hai capito che questa era la tua missione, il tuo “destino”?

È stato un processo lungo e graduale nel tempo, ma c’è stato un giorno esatto in cui ho preso consapevolezza che quello che stavo facendo era giusto, che era ciò che dava significato alla mia vita, e quel giorno è stato il 13 dicembre 2019. Quando arriva IL giorno lo senti, senti il tuo corpo vibrare, senti il tuo cuore battere, rivedi la tua vita e capisci che quella era la tua missione, ciò per cui sei nato. È una sensazione bellissima e auguro a tutti di trovare e scoprire questa missione.

  • Il momento più bello che hai vissuto in questi anni (e anche uno brutto, se ti va).

In questi ultimi anni ho ricoperto diversi ruoli, tra cui quello di project officer assistant, e di momenti belli ce ne sono stati tanti (ma anche brutti). I momenti però che porto impressi nel mio cuore e che mi tornano alla mente tutte le volte che mi sento stanca dopo un’intensa giornata di lavoro, sono gli occhi della gente che incontri, con cui e per cui lavori ogni giorno. I loro occhi esprimono quello che il loro cuore vorrebbe dire. Ti ringraziano e lo faranno sempre e per sempre, perché hai dato loro speranza, una possibilità, la capacità di realizzare un sogno. Mi piace sempre citare una frase di Nicolò Govoni che recita “Sarà anche solo una goccia nell’oceano, ma attraverso gli occhi della persona che salvi, il tuo aiuto è l’oceano intero, e la terra e il cielo e pure le stelle. Per la persona che salvi il tuo aiuto è l’universo tutto”.

  • Seppur in un periodo difficile come questo, hai dei progetti per il tuo futuro? Quale meta vorresti raggiungere per mettere a disposizione le tue forze e aiutare questi giovani ragazzi?

Certamente ho dei progetti. Sono giovane e ho un’intera vita davanti e voglio che questa sia vissuta in pieno. Il periodo difficile che stiamo vivendo è solo un momento di passaggio nelle nostre vite e non durerà in eterno. Dobbiamo sempre avere una visione a lungo termine. Se crediamo di realizzare qualcosa, nulla potrà fermarci. Magari ritarderemo la realizzazione, magari saremo costretti a rivedere il progetto e riadattarlo ai cambiamenti, ma la nostra visione è lì e nessuno può scalfirla. Io non ho una meta preferita. Sono disposta ad andare in qualunque parte del mondo che richieda il mio supporto. Il mondo è troppo bello e grande per desiderare un posto piuttosto che un altro.

  • Grazie mille per questa piacevole chiacchierata!

Ma grazie a te. È stato un vero piacere!

Adriana Cinardo

Una risposta su “Martina Novello: un’operatrice al servizio dei migranti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...